Imparare divertendosi – I nuovi CORSI 2017-18

LiberiTuttiA3_ott17

Nello spazio di Via Volturno 80 a Brugherio, i nuovi corsi dell’associazione Liberi Tutti, in collaborazione con ArtEventualeTeatro.

Imparare divertendosi… spaziando tra teatro e cinema, pittura e ballo, ginnastica posturale e taekwondo, inglese e cucina! Ce ne sono davvero per tutti i gusti e tutte le età, dai 3 anni agli adulti. Informazioni Tatiana: cell 347 8931821 oppure info.liberitutti@gmail.com.

“Tina la rondine pittrice” al Festival di Porto Sant’Elpidio

Porto Sant'Elpidio luglio 2017

Sì, quest’anno a luglio il volo di “Tina la rondine pittrice” è arrivato fino a Porto Sant’Elpidio. E’ accaduto grazie a I Teatri del Mondo – Festival Internazionale del Teatro per Ragazzi, il più grande e longevo festival italiano dedicato al teatro per l’infanzia e la gioventù nel mondo.

Un grazie di cuore ai nuovi direttori artistici per averci regalato questa opportunità, e per la professionalità, passione e disponibilità totale nel supportarci in fase di montaggio. Un altro speciale grazie agli organizzatori precisi e gentili, e ai tecnici Luca e Angelo: davvero incredibili! Il grazie più emozionato va però al folto pubblico che ci ha regalato durante e dopo lo spettacolo un riscontro bellissimo.

Ci portiamo via un’esperienza molto ricca e condividiamo con voi almeno le parole lasciate su face book da una mamma:

“Ciao, proprio oggi con i miei bimbi ho visto il tuo spettacolo e sei stata bravissima, simpatica e dolcissima, grazie per averci trasmesso cosi bene la bellezza della tua arte, hai giocato con i colori, le forme  e le parole e ti ho seguito come una bambina insieme ai miei bambini! Grazie”

Un acquerello di Cristina Calì scelto per la mostra internazionale di Fabriano

Desideri in volo - concettuale - 35x48

Anche un acquerello di Cristina Calì, dal titolo “Desideri in volo”, è stato tra i 100 selezionati a rappresentare l’Italia in una delle più importanti mostre internazionali di questa tecnica: Fabriano in Acquarello 2017. Dal 21 al 23 aprile dimostrazioni di grandi maestri internazionali, workshop, demo sulla produzione della carta e momenti d’arte relazionale. Presenti più di 80 paesi da tutto il mondo esposti in 49 mostre. Sempre a Fabriano quest’anno è stato inaugurato il primo Museo dedicato all’acquerello internazionale contemporaneo.

Premio buskers a “Ritratti teatrali”

Busca 2017 Ritratti teatrali - imm post FB

Lo spettacolo “Ritratti teatrali” è sbarcato a Busca, in provincia di Cuneo, domenica 4 giugno 2017, in occasione del Festival Musicando, gemellato da quest’anno con il famoso Festival Mirabilia. La performance di Cristina Calì, ogni volta diversa grazie alla partecipazione del pubblico, ha rallegrato per una giornata intera e intensa un angolo di strada, ricco di tante iniziative tra bancarelle, performance e spettacoli, ma soprattutto davvero invaso da gente interessata e divertita.

E a fine serata… davvero completamente inatteso, l’annuncio: “Vince il Premio Buskers per le arti grafiche Ritratti teatrali”.

Qui trovate un frammento video con commento di Fabrizio Gavosti, direttore artistico di Mirabilia, che ringrazio di cuore. Un altro grazie – enorme – va a Oreste Uberto, agli altri membri della giuria e a tutto il gruppo organizzativo, per il grande lavoro e la disponibilità dimostrata. Alla prossima!    Cristina

EXPO2015: Il trenino dei cibi smarriti

Il trenino dei cibi smarriti 03      06

Nella Città delle Pecore, nel tecnologico Regno della Terra, un bel giorno non c’è più cibo. Creme di zucca e tortine di fieno? Finite. Succhi di trifoglio? Finiti. Gelati e surgelati di fiori di campo? Deliziose erbette in scatola? Finite. Frigoriferi e freezer vuoti. In stazione arriva l’allegro trenino che puntualmente rifornisce i negozi della città, e fa bella mostra del suo affascinante locomotore e delle sue carrozze da sogno; ma anch’esso è vuoto.

Allora il montone Muffolone, stanco di stare a capo di un gregge mansueto e arrendevole come quello, appunto, delle pecore, prende la parola: «Andiamo da soli a prenderci il nostro pranzo! Noi pecore non abbiamo paura di niente!». Così il gregge sale sul treno, un lungo fischio e via!

Il viaggio porta fino al Regno dell’Aria, popolato da simpaticissimi uccelli, che trascorrono la loro vita cinguettando e acchiappando al volo insetti, oppure, beccando durissimi semi che crescono nei frutti degli alberi. No, questo cibo non è adatto alle pecore, riprendiamo il viaggio. Eccoci arrivati al Regno dell’Acqua, dove si fa amicizia coi poetici e silenziosi abitanti del mare, che si nutrono di alghe. Ma che sapore amaro… No, anche qui è impossibile trovare cibo. Stanche e deluse, le pecore tornano in città. Però con i regali ricevuti dai nuovi amici dei due Regni visitati, semi e acqua, mescolati alla terra secca e inutilizzata di cui è ricco il loro Regno, con grande sorpresa vedranno nascere un giardino con i più squisiti e fioriti tipi di erbe e piantine, con cui prepararsi deliziose zuppe, torte dolci e salate, tisane, dessert: chi più ne ha più ne metta! Bambini non mangiate mai i fiori? Ah, no? Nemmeno la camomilla?

di e con Mario Bertasa

Il trenino dei cibi smarriti 01      Il trenino dei cibi smarriti 11      Il trenino dei cibi smarriti 08

Lo spettacolo è scandito da magici scenari che via via si aprono sui diversi lati delle carrozze del trenino di legno. La semplice e poetica storia si arricchisce così con la scoperta  di ricchi sfondi e oggetti realizzati con materiali riciclati.

Il trenino dei cibi smarriti 04      Il trenino dei cibi smarriti 10

Che cos’è un “tananai”?

Tananai è un termine di etimologia incerta presente in numerosi dialetti dell’arco alpino, che indica sia un oggetto di cui non si sa che farsene, ormai inservibile, o un giocattolo costruito dai bambini con materiali di recupero, ma anche il ragazzo che nella sua crescita è rimasto un po’ “indietro” o più in generale il buono a nulla, il sempliciotto.

logo Tananai

Aprile 2015: da un progetto di Mario Bertasa nasce una nuova realtà artistica, Tananai, prodotta da ArtEventualeTeatro.

Il progetto Tananai inizialmente ha un duplice obiettivo:

– è il nome artistico con cui Mario Bertasa si presenta al pubblico quando realizza gli spettacoli del suo repertorio per l’infanzia; presto sarà anche il nome con cui si presenterà al pubblico nella realizzazione  di performance originali in contesti urbani e di teatro di strada/piazza: in tale ambito sta elaborando un progetto originale di clown/mimo, Nature is speaking! - E’ la natura che parla!

– intende aggregare risorse creative delle nuove generazioni ad un laboratorio di gestazione per progetti e produzioni per lo spettacolo dal vivo e la creazione artistica. Attualmente Mario Bertasa, oltre a sviluppare ricerche linguistiche e multidisciplinari nell’ambito dell’art performing, con ricadute sia sulle sue creazioni per l’infanzia sia sulla realizzazione di spettacoli ed eventi per un pubblico adulto, sta sviluppando una progettualità artistica fortemente orientata alla valorizzazione di giovani artisti e creatori che si stanno affacciando al mondo del teatro e delle arti performative.